www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 16/07/2011  -  stampato il 02/12/2016


Umbria i dati dell'emergenza snocciolati dal Prap regionale

Secondo i dati forniti dal Provveditorato regionale dell'amministrazione penitenziaria relativi al 2010, la dotazione organica prevista per i quattro istituti penitenziari dell'Umbria e' di complessive 1060 unita'. Il contingente di Polizia penitenziaria in servizio risulta di 804 unita', cosi' ripartite: 785 presso gli Istituti di pena, 18 presso il Provveditorato regionale amministrazione penitenziaria e uno presso l'Ufficio esecuzione penale Esterna Perugia, sono presenti negli Istituti di Spoleto e Terni 64 unita' appartenenti al Gruppo Operativo Mobile addetti alla custodia dei detenuti sottoposti a regime previsto dall'art. 41 bis. La carenza di personale di polizia penitenziaria secondo i dati forniti dal Provveditorato regionale amministrazione penitenziaria e' cosi' ripartita: Casa Circondariale di Perugia carenza del 37%; Casa Circondariale di Terni carenza del 24%; Casa di Reclusione di Spoleto carenza del 18%; Casa di reclusione di Orvieto carenza del 21%. A questi dati bisogna aggiungere la quota di personale assente per temporanea inidoneita' al servizio che per il solo istituto di Spoleto sono 25 unita'.

Critica anche la situazione del personale dell'area educativa, che complessivamente nei quattro istituti di pena dell'Umbria raggiunge appena le 21 unita', nel corso del 2010 ogni educatore della casa circondariale di Perugia e della casa di reclusione di Spoleto hanno avuto rispettivamente, in media, in carico oltre 140 e oltre 130 detenuti, a fronte di una media regionale gia' alta di 96 detenuti.