www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 25/08/2011  -  stampato il 08/12/2016


Finita la carta igienica negli istituti. Iperrmarket ne regala uno stock

I prodotti sono stati messi a disposizione dall'Unicoop Tirreno dopo le richieste di alcuni politici locali che a Ferragosto avevano visitato il penitenziario livornese e avevano ribadito l'urgenza di un contributo per i detenuti. ''Tante volte abbiamo detto del sovraffollamento inaccettabile per un qualsiasi Paese civile - ha dichiarato Solimano prima della consegna del materiale - In piu' c'e' il completo abbandono da parte del ministero che da piu' di un anno non rifornisce i magazzini con i prodotti per l'igiene. Questo e' un aiuto concreto, ma anche una testimonianza simbolica che vuole richiamare le istituzioni al loro compito''. ''Non e' un'iniziativa strumentale o politica -  Nasce da un'esigenza effettiva, perche' aldila' delle pene da scontare (e a Livorno sono molti i detenuti in attesa di giudizio), i detenuti vivono in tre in celle da 8 metri quadri con uno stanzino di un metro quadro in cui ci sono la latrina, la dispensa e il fornello per cucinare. Tutto con le temperature che noi non riusciamo a tollerare neanche in riva al mare''.  Alle Sughere, in occasione della consegna, oltre alle associazioni di volontariato che quotidianamente si occupano dei detenuti (Arci, Comunita' di Sant'Egidio, Lila P24), anche l'assessore
comunale al sociale  ''Livorno sente il carcere come una sua parte - dice - La situazioni delle carceri sono una spia del livello di democrazia del Paese. Chi e' dentro ha sbagliato, ma la punizione dev'essere dignitosa''.