www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 07/09/2011  -  stampato il 08/12/2016


Le condizioni della Polizia Penitenziaria: nota del Garante dei detenuti, al Guardasigilli.

Il senatore Salvo Fleres, garante dei diritti dei detenuti, ha inoltrato una nota al ministro della Giustizia in cui propone alcune azioni che "potrebbero contribuire a rendere piu' vivibili le strutture penitenziarie". ''La lettera -spiega- si compone di 10 punti, frutto di una lunga esperienza sul campo, che interessano sia gli aspetti strutturali sia gli aspetti organizzativi e giudiziari. Particolare attenzione e' rivolta alle attivita' di reinserimento ed al necessario ampliamento dell'organico degli educatori, insieme con una maggiore attenzione verso il mondo del volontariato penitenziario. In questo contesto assume rilievo anche l'ormai cronica carenza di personale di Polizia penitenziaria, oggi costretto ad estenuanti turni di lavoro".

Ma nella nota si pone l'accento anche sul "sovraffollamento e sull'ormai consolidata prassi della carcerazione preventiva e della scarsa propensione alla concessione delle misure alternative al carcere, ovviamente, dove possibile". Su questo particolare aspetto e' stata proposta la costituzione di una commissione ministeriale in grado di effettuare degli studi per proporre delle soluzioni concrete al problema. Inoltre, ha proseguito Fleres, "un approfondimento particolare e' stato effettuato per la Sicilia dove, oltre a quanto gia' detto, si aggiunge anche il mancato passaggio della medicina penitenziaria al Servizio sanitario nazionale, a causa di presunti problemi interpretativi della norme in vigore, e il depotenziamento, in termini finanziari, dell'Ufficio del garante da alcuni considerato come un organo superfluo".