www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 19/10/2011  -  stampato il 05/12/2016


Carceri, a Genova un detenuto sfonda un mezzo della Polizia Penitenziaria

"La tensione resta alta nelle carceri liguri: la Polizia Penitenziaria di Genova ha infatti sventato l'ennesima criticita' avvenuta durante un servizio di trasferimento di un detenuto in altra sede carceraria. E' accaduto a Pontedecimo, dove un detenuto ha dato in escandesceza e ha sfondato un mezzo della Polizia Penitenziaria". A raccontare l'accaduto e' Roberto Martinelli, segretario generale aggiunto e Commissario straordinario ligure del Sindacato autonomo Polizia Penitenziaria Sappe.

 

 

"Una scorta del Nucleo traduzioni di Marassi - spiega Martinelli - stava prelevando un detenuto da assegnare in altra sede congiuntamente ad altri due reclusi del carcere di Marassi, gia' a bordo del furgone. Durante le operazioni di prelievo del detenuto, uno dei due detenuti - un marocchino di 22 anni in carcere per vari reati tra i quali rapina, lesioni e rissa - ha dato improvvisamente in escandescenza e, tentando probabilmente una improbabile fuga, ha sfondato la porta della cella interna del mezzo".

 

 

"I nostri agenti - assicura - sono pero' riusciti immediatamente a sventare il possibile tentativo di evasione, ma e' evidente che quanto accaduto deve fare seriamente riflettere. Non e' possibile che i mezzi adibiti al trasporto dei detenuti evidenzino tali lacune, per la sicurezza del mezzo stesso e della scorta della Polizia Penitenziaria a bordo", sottolinea.

adnkronos