www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 21/10/2011  -  stampato il 03/12/2016


Cancelli ‘killer’: muore assistente di polizia penitenziaria all’Ospedale Pertini di Roma - Indagine dell'osservatorio cancelli -

E’ morto, per un drammatico caso del destino, nello stesso ospedale dove prestava servizio l’assistente di polizia penitenziaria Salvatore Corrias di 46 anni. E’ successo ieri presso la struttura protetta per detenuti dell’Ospedale Sandro Pertini di Roma. Per far uscire un’autoambulanza Corrias ha tentato di aprire il pesante cancello di ingresso quando questo è uscito dalle guide travolgendolo. Ricoverato nello stesso ospedale, l'agente decedeva subito dopo. Secondo il Sappe, il sindacato di polizia penitenziaria, da tempo il manufatto era difettoso. Dalle notizie di stampa, il cancello sembra essere di tipo manuale.

E’ il secondo incidente del genere che capita nel giro di pochi giorni a Roma.

Questo è l’ennesimo incidente dovuto a un cancello, come riportiamo da tempo con il monitoraggio delle notizie della stampa quotidiana con il nostro Osservatorio Permanente Cancelli. Ogni anno in Italia muoiono una decina di persone, in genere anziani, bambini ma anche adulti, e diverse decine rimangono ferite a causa del ribaltamento o del malfunzionamento dei cancelli. Diverse le possibili cause del fenomeno: errata progettazione, costruzione, installazione o più semplicemente carenza o assenza di cura e manutenzione. L'Osservatorio Permanente Cancelli intende denunciare una situazione indegna di un Paese civile e spingere le Autorità competenti, le Associazioni dei consumatori, le Associazioni di settore a introdurre regole che facciano cessare una tragedia purtroppo continua.