www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 05/11/2011  -  stampato il 11/12/2016


Matone (Dap), non ipotizzabile impiego allievi agenti per soccorso a Genova

 ''Pur rendendoci contro della drammatica situazione di emergenza che sta investendo la Liguria, non e' ipotizzabile l'impiego degli allievi agenti nelle operazioni di soccorso, in quanto gli allievi non sono in possesso di una specifica preparazione in materia di protezione civile. Il loro impiego, quindi rappresenterebbe un intralcio e non gia' un aiuto alle operazioni di soccorso''. E' quanto sottolinea il Vice capo del Dap Simonetta Matone ''in relazione alla richiesta del segretario generale del Sappe Donato Capece, che chiede al Ministro della Giustizia l'invio nelle zone alluvionate della Liguria dei 760 allievi di Polizia Penitenziaria, attualmente nelle scuole di Formazione in attesa di prestare il giuramento il prossimo 12 novembre''. ''La Polizia Penitenziaria del carcere di Marassi -prosegue- sta dando un valido supporto alle operazioni di aiuto, come e' stato evidenziato dal capo dell'Amministrazione Franco Ionta, mettendosi a diposizione della citta' di Genova''. Per quanto riguarda la situazione all'interno del carcere di Marassi, che non e' stato coinvolto dalla piena del Rio Farraggiano, la direzione dell'Istituto ha interessato la Protezione civile e il Comune per il rifornimento di acqua minerale per le esigenze dei detenuti e del personale.

http://genova.repubblica.it