www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 30/12/2011  -  stampato il 09/12/2016


Cinofili Polizia Penitenziaria: arrestato avvocato che cercava di far entrare droga in carcere Turi

Un penalista del foro di Bari e' stato arrestato da agenti della Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Turi con il supporto del gruppo cinofilo distaccato presso quella casa circondariale. Lo rende noto il segretario nazionale del Sindacato di Polizia Penitenziaria (Sappe) Federico Pilagatti. Durante normali controlli per prevenire l'ingresso di droga, le guardie hanno fermato l'avvocato che aspettava di colloquiare con un detenuto.

Il gruppo cinofilo questa mattina si trovava nella casa di reclusione di Turi per effettuare controlli su alcuni detenuti che rientravano nel carcere dopo alcuni giorni di permesso-premio autorizzati dal magistrato. E' successo verso le 12: l'avvocato, dopo essere entrato dalla porta girevole che rivela presenza di armi, e' stato identificato dall'addetto alla portineria che si e' accertato anche sul diritto ad avere colloqui con i detenuti. Una volta espletate queste verifiche, il legale e' stato accompagnato al secondo cancello che immette nell'area dove sono situate le sale destinate ai colloqui. Prima di accedere a questa zona, uno dei cani addestrati per la scoperta di stupefacenti si e' avvicinato all'avvocato muovendosi molto nervosamente.

Insospettito da cio' il poliziotto penitenziario, suo addestratore, si e' avvicinato all'avvocato chiedendo se avesse addosso sostanze stupefacenti.

Adnkronos