www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 09/01/2012  -  stampato il 07/12/2016


Evasione Pisa: probabili complici all'esterno, polizia richiamata da urla detenuto ferito

Era detenuto per rapina e in attesa di giudizio definitivo l'uomo che è riuscito a fuggire dopo l'evasione dal carcere Don Bosco all'alba di stamattina. Secondo la squadra mobile pisana, F.Z., 40 anni, di origini campane, sarebbe fuggito a piedi dopo avere scavalcato con un lenzuolo un muro di cinta sul lato frontale della casa circondariale. Non è escluso che potesse avere dei complici all'esterno che ne abbiano favorito l'allontanamento subito dopo l'evasione.“

Secondo quanto ricostruito, sarebbero state le urla di dolore del suo compagno d'avventura, un marocchino che cadendo malamente a terra si è procurato gravi fratture alle gambe, a richiamare l'attenzione della Polizia Penitenziaria che ha poi immediatamente dato l'allarme. Entrambi i reclusi erano da alcuni giorni ricoverati nel centro clinico pisano per patologie diverse e dopo trasferimenti da altri istituti di pena.

Ansa