www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 16/01/2012  -  stampato il 07/12/2016


Naufragio Costa Concordia: disposta sorveglianza a vista per il Comandante Schettino nel carcere di Grosseto

Il comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino, nel carcere di Grosseto, è sorvegliato a vista perché si teme possa compiere gesti inconsulti e farsi del male. Lo ha detto a TMNews Francesco Verusio, il procuratore capo di Grosseto che sta compiendo le indagini sull'incidente all'Isola del Giglio. "Abbiamo allertato il carcere - ha detto Verusio - affinché lo sorvegli per evitare possa compiere atti di autolesionismo".

Il procuratore, inoltre, per ora ha escluso ulteriori avvisi di garanzia: "Abbiamo inviato l'avviso di garanzia anche al primo ufficiale in plancia Ciro Ambrosio - ha sottolineato Verusio - ma stiamo ascoltando numerose testimonianze ancora, dopo di che valuteremo eventuali altri responsabili nella catena di comando della nave. Ma sicuramente - ribadisce Verusio - il primo responsabile è il comandante Schettino che era alla guida della nave e che l'ha abbandonata quando c'erano ancora tante persone da portare in salvo".

Nell'interrogatorio per l'eventuale conferma dell'arresto del comandante Schettino, in programma domani davanti al Gip di Grosseto, "ci aspettiamo che Schettino - ha concluso Verusio - ci dia la propria versione dei fatti".