www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 17/01/2012  -  stampato il 05/12/2016


Evaso otto mesi fa da Padova, si costituisce ergastolano omicida

Fulvio Penco, si costituisce l'ergastolano evaso dal carcere di Padova.
Nel periodo di latitanza si sarebbe avvicinato alla preghiera con l'intenzione di iniziare una nuova vita. Si è consegnato agli investigatori con questa "rivelazione" il triestino Fulvio Penco, 56 anni, che dal 16 maggio scorso non aveva fatto rientro nel carcere di Padova dove stava scontando l'ergastolo per l'omicidio nel 1985 di un'insegnante volontaria in carcere.

LA LETTERA. Uscito in licenza premio e mai più rientrato, da 8 mesi Penco si era reso latitante. I primi giorni di gennaio, è stato lo stesso evaso a uscire allo scoperto inviando alla Procura di Padova una lettera dal contenuto farneticante nei confronti di un alto magistrato della Sorveglianza di Venezia.

LE RICERCHE. Gli elementi raccolti dagli investigatori grazie alla provenienza della missiva hanno quindi permesso al pm euganeo Paolo Luca di incaricare la squadra mobile padovana della sua cattura. Gli agenti hanno concentrato le ricerche nella zona della provincia di Rovigo, Lendinara in particolare.“

 

Fulvio Penco, si costituisce l'ergastolano evaso dal carcere di Padova
LA RESA. Poliziotti delle squadre mobili di Padova e Rovigo hanno effettuato accertamenti in quella zona, specie nei luoghi di accoglienza, pressando Penco al punto che questi ha preso contatto, con un fax, con il presidente dell'Ufficio di sorveglianza di Venezia, informando che in breve si sarebbe costituito al carcere di Rovigo.“

 

www.padovaoggi.it