www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 26/01/2012  -  stampato il 05/12/2016


Sappe: profonda ignoranza sulle questioni del carcere, anche da parte di alcuni parlamentari

''Le dichiarazioni dei parlamentari provenienti dalle Forze dell'Ordine Saltamartini ed Ascierto sul decreto legge impropriamente definitivo 'svuota carceri' sono desolanti e dimostrano la totale mancanza di conoscenza dei problemi penitenziari del Paese. Parlare di 'libera uscita per i delinquenti' e di provvedimento 'criminogeno' dimostra quantomeno una profonda ignoranza su questi temi''.

Lo afferma Donato Capece, segretario generale del Sappe, il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria. ''Ci si scandalizza - sottolinea Capece - che piu' del 40% delle persone in carcere sono in attesa di un giudizio definitivo, ma poi si vuole ignorare che ogni anno circa 20 mila persone entrano ed escono dagli istituti penitenziari nell'arco di soli tre giorni. Un fenomeno che, nel periodo 2008-2011, ha avuto un ruolo fondamentale nel determinare il peggioramento delle condizioni di vita negli Istituti di pena, e quindi delle condizioni di lavoro dei poliziotti penitenziari, e il problema del sovraffollamento.

Per questo - continua Capece, rivolto ai parlamentari - li invitiamo a venire con noi del Sappe in qualunque carcere italiano: almeno facciamo vedere loro concretamente la realta' dei penitenziari del Paese''.

ANSA