www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 31/01/2012  -  stampato il 11/12/2016


Prorogato contratto per i braccialetti elettronici: Palma "Ministro Cancellieri chiarisca"

Sui braccialetti elettronici di sorveglianza per i detenuti fuori dal carcere il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri deve dare chiarimenti attraverso i canali istituzionali. A chiederlo è il senatore del Pdl Nitto Palma, ex ministro della Giustizia. "Trovo singolare - osserva in una nota - che le risposte alle questioni da me poste nel corso dell'audizione del ministro Cancellieri mi siano fornite a mezzo stampa invece che secondo le vie istituzionali già preannunciate dallo stesso ministro. Sono certo che ciò sia da attribuire all'iniziativa di chissà chi e che il ministro Cancellieri, di cui conosco l'estremo garbo istituzionale, non ne abbia avuto preventiva conoscenza".

"In ogni caso, apprendo - dice ancora l'esponente azzurro - che il Ministero dell'Interno ha versato 9 milioni di euro alla Telecom per n. 14 braccialetti, il che equivale a dire che ogni braccialetto è costato 642.857 euro. Come ha affermato il prefetto Cirillo, neanche da Bulgari si sarebbe pagato tanto. Apprendo, altresì, che il ridotto numero di braccialetti è dipeso dalla scarsa richiesta da parte dell'Autorità giudiziaria. Se è così, perchè è stata effettuata la proroga?".

"Prendo atto - insiste Palma - che non si è trattato di una proroga ma di un nuovo contratto e che sono state rispettate le procedure europee. Bene. Se la gara non è stata secretata si vedranno le carte e, comunque, il ministro Cancellieri, nella sua prossima risposta, chiarirà anche questo punto", conclude.