www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/02/2012  -  stampato il 10/12/2016


Ionta in audizione al COPASIR: addestrare la Polizia Penitenziaria da attacchi dall'esterno

Il punto sulla situazione delle carceri italiane. Ma anche la necessita' di piu' adeguate politiche di sicurezza. Sarebbero questi, a quanto apprende Adnkronos, alcuni passaggi dell'audizione del Capo del Dap, Franco Ionta, al Copasir. Ionta, riferiscono fonti qualificate, avrebbe presentato alla commissione presieduta da Massimo D'Alema un documento ampio, con una serie di riflessioni sul mondo penitenziario.

Alla commissione di palazzo San Macuto, Ionta avrebbe parlato anche del rapporto che l'intelligence ha con il Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria. Avrebbe inoltre sottolineato la necessita' di ripensare la politica di sicurezza delle stesse carceri, dato che gli agenti di polizia Penitenziaria sono addestrati a difendere il carcere dall'interno verso l'esterno, non altrettanto dagli attacchi esterni.

Secondo le stesse fonti, Ionta avrebbe quindi sottolineato che, sul modello del C.A.S.A. (il Comitato di analisi strategica antiterrorismo), si potrebbe costituire uno organismo simile anche per la lotta alla criminalita'.  

Adnkronos