www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/02/2012  -  stampato il 11/12/2016


Giovanni Tamburino: chi Ŕ e cosa ha fatto giÓ al DAP

Cambio in vista ai vertici del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria: all'ex capo del pool antiterrorismo della procura di Roma Franco Ionta, alla guida del Dap dal 2008, subentrera' l'attuale presidente del Tribunale di sorveglianza di Roma Giovanni Tamburino.

La nomina potrebbe avvenire gia' al prossimo Consiglio dei ministri. Per Tamburino, nato a Montebelluna 69 anni fa, l'amministrazionepenitenziaria non e' una novita': a maggio del 1999 fu nominato infatti direttore dell'ufficio studi e ricerche del Dipartimento, ruolo in cui rimase fino al 2005. Anni in cui il futuro direttore ha fondato e diretto la rivista ufficiale del Dipartimento, 'Le due citta'.

In magistratura dal 1970, Tamburino e' stato giudice istruttore negli anni settanta a Padova, dove condusse inchieste sull'eversione neofascista nel Veneto e sulle deviazioni nei servizi segreti. Inchieste che lo portarono a scoprire l'organizzazione segreta 'Rosa dei Venti' e a chiedere l'arresto dell'allora capo del Servizio informazioni difesa (Sid) Vito Miceli. Dal 1981 al 1986 e' stato consigliere del Csm nel gruppo di Unita' per la Costituzione e successivamente divenne vicepresidente dell'Associazione nazionale magistrati.

Nel 1988 e' tra i fondatori del Movimento per la Giustizia assieme a Vito D'Ambrosio, Enrico De Nicola e Giovanni Falcone ed altri. Prima di arrivare a dirigere il tribunale di sorveglianza di Roma, e' stato presidente di quello di Venezia e coordinatore nazionale dei magistrati di sorveglianza. 

Ansa