www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/02/2012  -  stampato il 07/12/2016


Capece, Sappe: "perplessitą su nomina Tamburino, privilegiare sicurezza"

''Il Sappe esprime tutte le proprie perplessita' rispetto alle indiscrezioni dell'ultima ora che indicano l'attuale presidente del Tribunale di sorveglianza di Roma, Giovanni Tamburrino, quale probabile successore di Franco Ionta alla guida dell'Amministrazione penitenziaria''.

E' quanto afferma Donato Capece, segretario generale del Sappe (sindacato autonomo di polizia penitenziaria). ''L'Amministrazione penitenziaria -prosegue Capece- ha bisogno di una guida autorevole e forte, che nell'attuale contesto emergenziale privilegi piu' gli aspetti della sicurezza che non quelli del trattamento, atteso che allo stato parlare di un carcere trattamentale e rieducativo, con 68mila detenuti stipati in celle idonee per accoglierne 42mila, e' una presa in giro''.

''Tamburrino -sottolinea il Sappe- non e' un volto nuovo del Dap. E' stato infatti dirigente dell'Ufficio studi e ricerche dell'Amministrazione penitenziaria sotto la direzione di Alessandro Margara, che e' stata probabilmente la piu' fallimentare dalla riforma del 1990. Oggi -conclude Capece- le carceri sono sul rischio di implodere e per questo serve una guida forte e autorevole. E quindi non ci servono teorici del diritto ma magistrati con esperienze sul campo della sicurezza''.

Adnkronos