www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 02/06/2010  -  stampato il 05/12/2016


Quondamcarlo, l'argento di squadra

Ci voleva, una finale di quelle che contano. Se Francesca Quondamcarlo aveva bisogno di un risultato importante, questo argento di squadra riportato dal Grand Prix di Montreal (28/30 maggio) può ricominciare a pensare in grande. Certo, il 28° posto raccolto nel torneo individuale al momento non può soddisfare: infatti, battuta la francese Isabelle Pegliasco (15-13), è subito toccata quella brutta bestia di Tatyana Logunova e la spadista delle Fiamme Azzurre non è mai riuscita a trovare la misura (6-15). Fatto sta che poi la russa è andata a vincere la prova canadese (15-13 in finale alla magiara Emese Szasz) e quindi a Francesca non è rimasto che riprendere subito la concentrazione per una prova collettiva che ha visto il citì Sandro Cuomo schierare anche Navarria, Moellhausen e Del Carretto. Tanto per dire, non hanno trovato posto in formazione né Francesca Boscarelli, sul podio a Montreal, né la veterana Cristiana Cascioli (uscita nei quarti proprio per mano della Szasz).
Le ragazze azzurre, tutte in vena di riscatto rispetto alla gara individuale, hanno subito preso un bel ritmo infilzando in successione le britaniche (45-37), le statunitensi (42-39) e le rognosissime romene (30-27). In finale, però, le tedesche guidate dall’olimpionica Britta Heidemann hanno avuto la meglio per 45-37. In ogni caso, come detto, per Francesca e le altre del gruppo iridato si tratta di un piazzamento che dà tutta la fiducia del mondo per il prosieguo della stagione.

Fonte: polizia-penitenziaria.it