www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 27/02/2012  -  stampato il 09/12/2016


Processo Bianzino: mercoledý forse la sentenza nei confronti di Poliziotto penitenziario

Il tribunale collegiale di Perugia fissa per mercoledì 29 febbraio, la discussione per il processo alla guardia penitenziaria accusata di omissione di soccorso al detenuto Aldo Bianzino.
Infatti, lunedì mattina, i giudici perugini hanno respinto l'istanza della parte civile che chiedeva di disporre una nuova perizia medico legale, mentre la parte civile ha chiesto al pubblico ministero di integrare la contestazione di omissione di soccorso con l'aggravante prevista nel caso in cui dall'omissione derivi la morte. Il pubblico ministero Giuseppe Petrazzini, in maniera laconica, ha affermato che: "Se avessi ritenuto di cambiare l'imputazione, lo avrei fatto''.

La corte nell'ordinanza ha però richiamato l'articolo 521 del codice di procedura penale, secondo cui, all'esito della discussione, potrebbe cambiare le carte in tavola, verificando la correlazione tra il fatto contestato e il fatto emerso in dibattimento. Dunque tutto da decidere ancora e mercoledì potrebbe arrivare anche la sentenza.
 
Al termine dell'udienza stessa, sorpresa in aula, quando è arrivata una nota dei figli di Aldo Bianzino secondo cui ''L'ordinanza del tribunale di Perugia è clamorosa e ci restituisce fiducia nella giustizia. Il tribunale ha indicato chiaramente al pubblico ministero cosa avrebbe dovuto essere fatto. Il caso Bianzino e' tutt'altro che chiuso. Ora ci attendiamo che il pm ne prenda finalmente atto fino a che non sia troppo tardi. altrimenti avremo fatto tutto questo percorso processuale faticoso e costoso durato oltre un anno per nulla''.
 
(Libero)