www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 13/03/2012  -  stampato il 09/12/2016


Carcere di Viterbo: scarafaggi nella mensa agenti, Polizia Penitenziaria in protesta

Inizia questa mattina e proseguirà ad oltranza lo ''sciopero'' della mensa degli agenti di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere viterbese di Mammagialla, indetto da tutte le sigle sindacali, Sappe, Ugl, Ospe, Cgil, Cisl, Uil e Sinappe, dopo che numerosi scarafaggi sono stati trovati nell'ingresso della cucina e nella sala mensa.
 
''La situazione igienico sanitaria – dicono i sindacati – è ormai insostenibile e, nonostante le nostre continue richieste d’intervento rivolte alla direzione della casa circondariale e alle autorità competenti, non è cambiato nulla''.
 
Secondo i sindacalisti, gli agenti saranno così costretti a portarsi il cibo da casa o ad acquistarlo allo spaccio, sopportando, oltre al disagio per le condizioni igienico sanitarie, anche il costo della protesta.
 
''Non abbiamo altra scelta – dicono – per denunciare l’incredibile situazione in cui gli agenti sono costretti a operare''.
 
L’episodio, l’ennesimo della serie, che ha fatto scattare lo “sciopero dalla mensa”, secondo quanto riferito dai sindacalisti, si è verificato la settimana scorsa, quando gli agenti si sono recati a pranzo e hanno trovato diversi scarafaggi sia nell’androne d’ingresso della cucina e nella sala mensa.
 
''Chiediamo alla direzione del carcere - concludono – e alle autorità di provvedere al più presto condizioni igienico-sanitarie accettabili, che non mettano a rischio l’incolumità degli operatori''.