www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 13/03/2012  -  stampato il 08/12/2016


Carcere Milano Bollate: inaugurata anagrafe per chi vive e lavora in carcere

Uno sportello anagrafico per offrire servizi civici a chi vive e lavora in carcere e' stato inaugurato oggi dal Comune di Milano all'interno del carcere di Bollate. Aperto dalle 9 alle 12 di ogni secondo mercoledi' del mese, l'ufficio rispondera' alle richieste delle circa duemila persone che vivono e operano nell'istituto penitenziario.

I funzionari comunali produrranno certificati, carte di identita', autentiche della firma, autocertificazioni e cambi di residenza. ''Dopo Opera e San Vittore anche Bollate dispone ora di uno sportello anagrafico che consente di ottenere tutti i servizi dell'anagrafe - ha affermato all'inaugurazione l'assessore si Servizi civici Daniela Benelli -.

Considero molto importante questa iniziativa, perche' contribuisce a un pieno ed effettivo riconoscimento dei diritti dei detenuti in quanto cittadini''. Per l'assessore alla Casa Lucia Castellano, che proprio del carcere di Bollate e' stata direttore, quello compiuto oggi ''e' un altro passo che rafforza il rapporto tra il carcere, l'amministrazione comunale e la vita della citta'''.

ANSA