www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 05/04/2012  -  stampato il 03/12/2016


Tossicodipendente cerca di entrare in abitazione di un agente di Polizia Penitenziaria

Genova. È entrato nel portone di uno stabile di via Piacenza e ha iniziato a bussare energicamente alla porta di un’abitazione, insistendo perché gli fosse aperto.
 
La signora all’interno, spaventata, ha chiamato in soccorso il marito, agente di Polizia Penitenziaria, che rientrando a casa, ha trovato l’uomo nei pressi della porta.
 
Alla richiesta di spiegazioni l’individuo ha reagito violentemente: ha aggredito l’agente, colpendolo al volto, strappandogli la divisa e ingaggiando con lui una colluttazione. Sul posto è intervenuta una volante della Questura.
 
 
I poliziotti hanno identificato l’aggressore: è un trentunenne genovese, in possesso di tre flaconi di metadone. L’agente aggredito, così come il suo assalitore, sono stati medicati al pronto soccorso dell’ospedale Galliera, con 7 e 5 giorni di prognosi rispettivamente. Il 30enne è stato denunciato per lesioni e violazione di domicilio.