www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 08/04/2012  -  stampato il 07/12/2016


Intercettazione ambientale in carcere incastra un rapinatore, figlio della vittima

Una intercettazione ambientale in carcere, nei confronti del complice, ha incastrato un gioielliere incensurato ed accusato di aver pianificato una rapina ai danni dell’anziano padre oltre 5 mesi fa.

A dover rispondere di rapina aggravata e sequestro di persona in concorso sarà il 47enne Ezio Mongelli, la cui attività commerciale è a Talsano, insieme con Giovanni Galeandro, 27enne, già in carcere. Quest’ultimo dovrà rispondere anche di possesso illegale di arma da sparo. Un terzo complice è al momento ricercato.

Le indagini sono partite il 25 ottobre scorso, immediatamente dopo il grave episodio che ha visto vittima un anziano di 76 anni, infermiere in pensione, padre di Mongelli. L’uomo quella mattina uscì dal suo appartamento, intorno alle 6. Ma si trovò davanti due persone che con volto coperto ed armate di una pistola lo costrinsero, a suon di botte, a ritornare in casa. I due malviventi, dopo averlo immobilizzato, legato con fascette in nylon stringicavo ed imbavagliato, misero a soqquadro l’intero appartamento.

L’anziano però notò, come riferì poi agli investigatori, che sapevano come muoversi per le varie stanze e dove cercare soldi, titoli e gioielli. Impossessatisi di circa mezzo chilo tra anelli e bracciali in oro, orologi ed oggetti in argento, denaro in contante (per 6.500 euro), insieme con un carnet di assegni e vaglia postali per un totale di circa 12.000 euro, i due andarono via dopo un paio d’ore. Proprio il particolare che i malfattori si sarebbero mossi senza difficoltà all’interno dell’appartamento, avrebbe portato da subito gli investigatori a cercare tra persone conosciute dalla vittima.

Le attenzioni della Polizia si sono quindi dirette da subito nei confronti del maggiore dei tre figli dell’anziano che in passato pare abbia avuto qualche screzio con il padre ed i fratelli per motivi economici. Sembra tra l’altro che gli affari alla gioielleria non andassero bene.

www.corrieredelgiorno.com