www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 21/04/2012  -  stampato il 08/12/2016


Carcere e misure alternative: ministro Severino "puntare sul recupero dei detenuti"

La necessità di avere misure alternative alla detenzione è condivisa anche dal ministro della Giustizia Paola Severino che, nel corso dell’inaugurazione della nuova sede del Tribunale di Bologna, ha dichiarato: ”Esiste un insieme di misure che bisogna curare tutte, al di la’ di quelle emergenziali, per evitare che il carcere diventi un luogo di perdizione ma diventi invece un luogo di redenzione”.
 
“L’esecuzione di una pena assistita che porti verso un recupero sociale per il condannato e’ segno di una giustizia moderna” ha aggiunto il ministro.
 
Aldilà dei decreti e della costruzione di nuovi istituti di pena il governo pensa a “misure attenuate di detenzione e’ l’idea sulla quale stiamo lavorando e che speriamo di rendere attuale con le misure alternative, con il lavoro carcerario e post carcerario- ha aggiunto il ministro – Sono due impegni forti che segnano l’importanza del recupero per chi ha espiato la sua pena”.
 
In questo ambito un disegno di legge sulle misure alternative “dovrebbe determinare veramente una deflazione giudiziaria al carcere” ha concluso.