www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 26/04/2012  -  stampato il 03/12/2016


Li Gotti (IDV): invocare l'amnistia solo un atto di propaganda

"Come è stato detto in più occasioni, l'amnistia invocata da Pannella come toccasana per la pesantissima situazione di sovraffollamento carcerario, è assolutamente una parola di propaganda”.

A dichiararlo il responsabile Giustizia dell’Italia dei Valori, senatore Luigi Li Gotti, che aggiunge: “l'amnistia non avrebbe alcuna incidenza sulla popolazione dei detenuti, dal momento che, per reati di fascia bassa, ossia quelli ipoteticamente interessati da un'amnistia, non si va in carcere. Perché illudere con una falsa soluzione? 

La realtà del sovraffollamento potrebbe avere una parziale risposta con l'apertura dei nuovi 15 padiglioni, unica realizzazione del piano carceri, risalente ad oltre sei anni fa. Poi servono riforme e assunzione di personale da destinare a istituti già realizzati. Insomma con la demagogia – conclude Li Gotti - si possono strappare applausi ma non si risolvono i problemi”.

www.italiadeivalori.it