www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 02/05/2012  -  stampato il 10/12/2016


Carcere italiano: un boss mafioso ordina l'acquisto di un iPhone per la figlia

Nel carcere italiano, con le difficoltà che incontrano ogni giorno i poliziotti penitenziari, è facile che qualche cosa sfugga al controllo. Il personale penitenziario è poco e i detenuti più furbi fanno leva su questo per poter fare come vogliono. E' il caso di un boss che sta in carcere ma riesce a contattare un suo sottoposto grazie all'aiuto della propria madre. L'ordine è stato quello di regalare un iPhone alla figlia per il suo compleanno. (ndr)
 
Il boss Isidoro Di Gioia impose dal carcere ad uno dei suoi affiliati di regalare alla figlia, per la prima comunione, un I-phone di ultima generazione. Emerge dalle intercettazioni contenute nell'ordinanza di custodia cautelare notificata oggi dai carabinieri allo stesso Di Gioia e ad altre 22 persone nell'ambito dell'operazione sulle estorsioni agli operatori del porto di Torre del Greco (Napoli).

In un colloquio in carcere con la madre, Di Gioia incarica la donna di portare un messaggio a Bartolomeo Palomba, da poco scarcerato e addetto alla riscossione delle tangenti per conto del clan: "Mandagli un bacio e digli ti chiedo solo un piacere, la bambina il 17 deve farsi la comunione e vuole l'iphone, però mi deve fare contento a me, mi deve fare contento a me".

Effettivamente, nota il gip, "Palomba regala per la comunione della figlia di Isidoro un i-phone del valore di 770 euro quale regalo da parte di Isidoro ed un buono da 150 euro per acquistare un video game a suo piacere".

www.metropolisweb.it