www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 04/05/2012  -  stampato il 08/12/2016


Ex detenuto accusa agenti penitenziari di avergli rubato schedina vincente

Un ex detenuto accusa dei poliziotti penitenziari di avergli sottratto una schedina vincente. I 3 uomi del corpo di Polizia Penitenziaria negano ogni coinvolgimento nei fatti. L'uomo, dopo aver fatto una denuncia, ha riconosciuto i 3 agenti e la Procura sta svolgendo un'indagine. La schedina era vincente per un valore di 800 euro. (ndr)
 
L’ex detenuto, ieri mattina, ha riconosciuto senza ombra di dubbio, i tre agenti penitenziari, che gli avrebbero rubato una schedina vincente al Superenalotto. Ma i tre uomini, negano di essersi appropriati della schedina, risultata essere vincente di ottocento euro.
 
Gli agenti sono stati riconosciuti dall’ex detenuto, che ha confermato che il giorno del suo arresto, erano di turno e avevano controllato tutti gli oggetti in suo possesso. L’uomo, infatti, era stato arrestato su ordine di custodia cautelare, mentre si trovava in una ricevitoria. Aveva appena giocato una schedina. Una volta portato in carcere, l’ex detenuto ha dovuto svuotare le tasche e consegnare tutto agli agenti penitenziari. Una volta uscito, ha ricevuto un sacchetto che conteneva gli oggetti. Ma la schedina mancava.
 
Il “malcapitato” non se ne sarebbe nemmeno accorto subito. Una volta entrato nella ricevitoria - dove andava sempre a giocare la schedina con gli stessi numeri - il titolare gli ha chiesto che fine avesse fatto, visto che con i suoi numeri aveva vinto ottocento euro. A quel punto, l’ex detenuto ha controllato tra gli oggetti che gli erano stati consegnati all’uscita dal carcere, scoprendo che la schedina era scomparsa. Subito dopo, l’uomo ha presentato denuncia presso la Procura. Sulla vicenda il sostituto procuratore Igor Secco ha aperto un’indagine. Complessivamente sono indagati tre agenti penitenziari, che però ad oggi hanno sempre negato di essersi impossessati della schedina dell’uomo.