www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 12/05/2012  -  stampato il 03/12/2016


Carcere di San Vittore: maxirissa di 150 detenuti bloccata dalla Polizia Penitenziaria

Calci, pugni e bastoni: rissa tra 150 stranieri detenuti a San Vittore Si sono affrontati poco prima della fine dell’ora d’aria. Centocinquanta detenuti di San Vittore, magrebini contro slavi, si sono scontrati, presi a calci, pugni, sprangate. Alcuni erano armati di bastoni ricavati rompendo i tavoli o le sbarre dei letti a castello, i marocchini di lamette staccate dai rasoi. E soltanto grazie al pronto intervento degli agenti di Polizia Penitenziaria si è potuta evitare la tragedia.

La maxi rissa è scoppiata mercoledì, verso le 14 e 30, al terzo piano della sesta sezione. Una decina di detenuti sono finiti al pronto soccorso interno dell’istituto, qualcuno con semplici contusioni, altri con lesioni più serie, anche alla testa. Nessun ferito, invece, tra gli uomini della penitenziaria, che hanno riportato la calma senza neppure utilizzare gli sfollagente. La situazione rischiava di sfuggire di mano e di avere conseguenze gravissime, non c’era tempo per prendere i manganelli, che vengono custoditi in armeria.

Senza armi, una quindicina di agenti si sono subito frapposti alle due fazioni. Poi sono arrivati i rinforzi, e la situazione è tornata alla calma. Una volta sedata la rissa, sono scattate le misure disciplinari per i detenuti ritenuti responsabili, e in una decina sono stati trasferiti in altri istituti della regione.

www.cronacaqui.it