www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 05/06/2012  -  stampato il 11/12/2016


Carcere di Cassino: stata impedita un'evasione con tanto di lenzuola arrotolate

 Il lavoro costante degli agenti di Polizia Penitenziaria è riuscito a sventare una incredibile evasione. Lo stile del progetto di evasione era vecchio stile, con tanto di lenzuola arrotolate. Il carcere di Cassino si è reso protagonista di questa vicenda che non è arrivata all'evasione grazie al lavoro costante di accertamento dei poliziotti penitenziari. (ndr)

 
"Grazie alla professionalita', alle capacita' e all'attenzione del personale di Polizia Penitenziaria qualche giorno fa a Cassino e' stata impedita una clamorosa evasione dal carcere". Lo rende noto il segretario generale del Sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria, Donato Capece. Gli agenti, riferisce il Sappe, hanno trovato "all'interno di un congelatore in uso ai detenuti ubicato nella Seconda Sezione, delle lenzuola annodate della lunghezza di circa 3 metri, abilmente occultate. Tra gli accertamenti al vaglio delle indagini interne della Polizia Penitenziaria vi e' ovviamente da identificare colui o coloro che hanno nascosto la corda per evadere dal carcere".
"La situazione penitenziaria resta incandescente - sottolinea Capece - lo confermano drammaticamente i gravi episodi che accadono sistematicamente nelle carceri italiane; lo evidenziano soprattutto i continui tentativi di evasione e le evasioni vere e proprie. Le istituzioni e il mondo della politica non possono piu' restare inermi e devono agire concretamente".
Il segretario del Sappe ricorda poi che il calo dei detenuti dopo i provvedimenti del Governo "e' a oggi ancora ininfluente a tamponare l'emergenza. Nelle 205 carceri italiane, il 31 gennaio scorso avevamo 66.973 persone che sono calate, cinque mesi dopo, di poche centinaia, arrivando a 66.487 il 31 maggio scorso. Il dato reale, dal quale partire per ripensare il sistema - conclude Capece - e' che ci sono in carcere 21mila persone detenute oltre la capienza regolamentare e che piu' del 40% dei presenti - quasi 27mila! - sono in attesa di un giudizio definitivo".
 
Liberoquotidiano.it