www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 22/06/2012  -  stampato il 03/12/2016


Incendio in cella e Agenti di Polizia penitenziaria sono rimasti intossicati

 Ieri sera nell'ospedale psichiatrico giudiziario di Reggio Emilia un internato di origine francese ha incendiato la cella. Gli agenti di Polizia Penitenziaria, intervenuti prontamente, sono rimasti intossicati. E' quanto fa sapere, in una nota, Giovanni Durante, segretario generale aggiunto del sindacato di categoria Sappe. 

"E' sempre piu' urgente -commenta Durante- una seria riflessione sui 6 ospedali psichiatrici giuidiziari italiani, che prescinda, pero', da conclusioni semplicistiche, quali l'immediata chiusura, senza tenere conto delle condizioni di sicurezza generali e del personale che ci lavora. Bisogna ricordare -prosegue il sindacalista- che sono soggetti la cui condizione psichiatrica non puo' prescindere da una adeguata attenzione del personale medico e paramedico, attraverso l'utilizzo di strumenti e mezzi idonei ad evitare gesti inconsulti, non disgiunta, pero', dal controllo di polizia, seppur attenuato e limitato alla sicurezza generale, soprattutto per i soggetti piu' pericolosi".
Secondo Durante, infine, sarebbe "opportuno che con le prossime assegnazioni di agenti che avverrano presumibilmente a luglio negli istituti di Reggio Emilia vengano assegnati almeno 30 agenti".