www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 27/06/2012  -  stampato il 05/12/2016


Sentenza processo a Bari: violenze ai poliziotti penitenziari per permettere circolazione droga in carcere

Il clan mafioso Strisciuglio ha esercitato il potere di intimidazione anche in carcere: in questo modo ha ribadito la propria ”supremazia criminale e l’auctoritas” nei luoghi dove deve ”imperare la sola supremazia dello Stato”.

Lo scrive il gup di Bari nelle motivazioni della sentenza ‘Liberta’. Oltre alle aggressioni ai detenuti esterni al clan – rileva – vi e’ il ricorso alla violenza nei confronti dei poliziotti penitenziari per consentire una piu’ agevole circolazione delle droghe.

ANSA