www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 27/06/2012  -  stampato il 10/12/2016


Terremoto: agenti penitenziari pagano di tasca loro scotch e carta per trasloco detenuti

Agenti del carcere di Ferrara hanno speso 52,90 euro per pagare carta da imballaggio e nastro adesivo e permettere così di spedire gli effetti personali ai detenuti trasferiti dopo il sisma in altre regioni. Lo afferma Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del sindacato di Polizia Penitenziaria Sappe.
 
“Nei giorni scorsi, a seguito della disposizione del ministro della Giustizia Paola Severino, conseguente alla sua visita fatta a Bologna dopo il sisma che ha colpito l’Emilia, sono stati trasferiti in altre regioni circa 350 agenti dalle carceri di Bologna, Modena, Reggio e Ferrara”, ricorda Durante.
 
“Da quest’ultimo istituto ne sono stati trasferiti circa 200. Adesso, gli stessi detenuti trasferiti da Ferrara hanno chiesto che venissero loro inviati, nelle nuove sedi, gli effetti personali che non erano riusciti a portare durante la traduzione. Purtroppo nel carcere di Ferrara non solo non ci sono la carta per l’imballaggio e l’adesivo, ma sembra che non ci siano neanche i soldi per acquistarli. Allora, per risolvere la questione, alcuni agenti hanno deciso di pagare le spese per tale acquisto, per un importo pari a 52,90 euro. Così i detenuti potranno avere al più presto i loro effetti personali”.
 
Ansa