www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 11/07/2012  -  stampato il 04/12/2016


Un torneo di calcio con la Polizia Penitenziaria in onore di Don Stefano

Un torneo di calcio che ha visto protagonisti anche i Poliziotti penitenziari che si sono classificati al 2 posto. L’iniziativa è stata voluta per onorare la morte di don Stefano e Mauro Celani (ndr).

C’era tutto il calore dei colleghi e degli amici a Ivrea, allo stadio Pistoni. C’era calore (e nostalgia) negli applausi e nell’entusiasmo che hanno caratterizzato l’intero svolgimento e la premiazione del quadrangolare di calcio in memoria di don Stefano Fogliato e di Mauro Celani, il sacerdote e l’assistente capo del commissariato scomparsi recentemente in un terribile incidente stradale. L’iniziativa, organizzata con competenza e in tutta trasparenza dall’associazione “Il tricolore nel mondo”, con la supervisione di Fabrizio Petracchi, sovrintendente capo della Polizia di Stato, ha dimostrato che c’è ancora spazio per la solidarietà e il ricordo.

In campo si sono affrontati Selezione canavesana calcio, Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria e Carabinieri, classificatisi rispettivamente al primo, al quarto, al secondo e al terzo posto e, al termine della disputa sportiva, la consegna delle coppe ai vincitori e, soprattutto, dei 3.450 euro del ricavato a Rosanna, la giovane vedova di Mauro. A questi si è aggiunto un assegno da parte dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato, consegnato a Rosanna dal presidente Giovanni Bova, e una busta consegnata da Francesca Galardi, a nome di tutte le ragazze della scuola di danza Arabesque, per Carlotta, una delle bimbe di Celani.