www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 18/05/2010  -  stampato il 10/12/2016


Pd: Nostre proposte sono su linea indicata da Napolitano

"Il Pd è pronto" a rispondere al monito del presidente della Repubblica sulla necessità di risolvere il sovraffollamento delle carceri e "a fare la propria parte". Per questo, annuncia Sandro Favi, responsabile Carceri dei democratici, "nei prossimi giorni il nostro partito presenterà proposte su questi temi, in un quadro di sistema e in continuità e sviluppo delle mozioni approvate dal Parlamento già nei primi mesi di quest'anno".

"Proporremo - spiega Favi - che si proceda alla revisione del codice penale, che vengano riviste le norme che determinano l'alta incidenza di imputati in custodia cautelare in carcere e quelle sul trattamento penale dei tossicodipendenti, che siano ampliate le opportunità di accesso alle misure alternative alla detenzione. Chiederemo inoltre al Governo - prosegue - un piano programmato di assunzioni, per l'adeguamento degli organici del personale di Polizia penitenziaria, degli educatori, degli assistenti sociali e degli psicologi, nonché gli indispensabili stanziamenti ed investimenti per ripristinare la corretta funzionalità ed operatività dei servizi e delle strutture".

"Il Partito Democratico - conclude l'esponente del Pd - rinnova la stima e la fiducia degli appartenenti al Corpo di polizia penitenziaria e l'apprezzamento verso i dirigenti dell'Amministrazione penitenziaria, verso le professionalità socio-educative, sanitarie, amministrative e tecniche che, in questa fase difficile, dimostrano il proprio impegno con alto senso di umanità e qualificate competenze".

notizie.virgilio.it