www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 16/07/2012  -  stampato il 09/12/2016


Detenuto evade dall'ospedale dove era stato ricoverato per aver ingoiato un accendino

Un detenuto del carcere minorile bolognese del Pratello è evaso oggi dall'ospedale Maggiore, dove era stato ricoverato dopo aver ingerito un accendino. Il detenuto nordafricano ha aggredito i due agenti che lo controllavano ed è scappato, ma la fuga è durata meno di tre ore perché un altro agente del reparto del Pratello lo ha arrestato nei pressi della stazione e ricondotto in carcere, con l'aiuto di altri colleghi. Lo ha reso noto Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del sindacato di Polizia Penitenziaria Sappe.

"Non capiamo il motivo - aggiunge - per cui il detenuto sia stato ricoverato al Maggiore, che non è dotato del reparto detentivo, e non al Sant'Orsola, dove invece il reparto c'è. Ci è stato riferito che non è la prima volta che lo stesso detenuto tentava di ingerire l'accendino, forse sempre con il proposito di tentare poi la fuga. Ciò dimostra come anche negli istituti per minori non si debba mai abbassare la guardia per quanto concerne la sicurezza; l'esito positivo della vicenda, con la cattura dell'evaso, dimostra tutta la professionalità della Polizia Penitenziaria in servizio a Pratello".

bologna.repubblica.it