www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 09/06/2010  -  stampato il 05/12/2016


USA, detenuto nascondeva tutta la merce nel retto, Scoperto e denunciato dalla P.P. di Wenatchee

La polizia di Wenatchee, Washington, ha scoperto e denunciato uno dei detenuti per contrabbando. L'uomo infatti era riuscito a nascondere nel proprio retto un vero e proprio bottino tra cui un accendino, cartine, inchiostro per tatuaggi, aghi ed altro ancora. I Poliziatti Penitenziari hanno scoperto il traffico per puro caso dato che una prima perquisizione corporale non aveva rivelato nulla di insolito.

 
Si tratta di un vero talento visto che tutta quella merce era molto in profondità. Il detenuto nascondeva anche un sacchetto di tabacco delle dimensioni di una pallina da golf, otto aghi per tatuaggio, una piccola pipa e un sacchettino che poteva servire per della marijuana. 

Phil Stanley, il direttore del centro di giustizia regionale della contea di Chelan, ha raccontato che l'uomo era finito in carcere mercoledì per aggressione e come di prassi aveva subito un'accurata perquisizione corporale. Solo dopo che uno degli agenti aveva ritrovato in bagno un sacchetto di plastica e del nastro adesivo, il prigioniero è stato di nuovo interrogato e convinto a rivelare dove fosse il suo nascondiglio. 

Tutti i presenti, guardie e responsabili del carcere, sono rimasti a bocca aperta nel realizzare l'incredibile dote del prigioniero. "Ci siamo tutti domandati come diavolo avesse fatto ad infilare tutto quel tabacco così in alto!", ha detto uno degli agenti.
 

Fonte: tgcom.mediaset.it