www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 23/07/2012  -  stampato il 10/12/2016


Detenuto tenta suicidio in Tribunale: salvato dai riflessi del poliziotto penitenziario

"Un detenuto in attesa di primo giudizio, accusato di omicidio, tornando da un'udienza in camera di consiglio presso il Tribunale del riesame di Trieste, ha tentato di buttarsi dalla tromba delle scale al 2° piano del Tribunale: il tempestivo intervento della scorta di Polizia penitenziaria ha scongiurato che il gesto potesse compiersi".
 
E' quanto riferisce il vicesegretario regionale friulano del Sappe, sindacato autonomo Polizia Penitenziaria, Giovanni Altomare. "Il detenuto, lanciandosi improvvisamente a capofitto di schiena nella tromba delle scale, aveva gia' superato con mezzo busto la balaustra e sospeso i piedi da terra - racconta ancora Altomare - ma grazie ai riflessi di un assistente di Polizia Penitenziaria di scorta e con il tempestivo intervento di un altro collega si e' riusciti ad agguantare a fatica il detenuto, riportandolo sul pianerottolo. L'assistente di polizia ha riportato una contusione con prognosi di sette giorni".