www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 10/06/2010  -  stampato il 08/12/2016


Arrestato per 'ndrangheta tenta il suicidio in carcere. Salvato in extremis dalla Polzia Penitenziaria

Carmelo Gallico, arrestato nei giorni scorsi dalla Polizia di stato, durante l’ inchiesta "Cosa mia" contro la ’ndrangheta, ha cercato di togliersi la vita nel carcere di Canton Mombello. Le sue condizioni sono gravi ma non è in pericolo di vita. Gallico si è tagliato la gola dopo essersi sdraiato sulla branda e la dinamica precisa deve essere ancora ricostruita. È stato salvato dalla polizia penitenza. È stato ricoverato all’ ospedale civile di Brescia, nella sezione detenuti, e le sue condizioni sono considerate gravi.
Carmelo Gallico viene ritenuto il mandante e l’esecutore dell’omicidio di Marcello Fameli, il 2 settembre 1997. È stato arrestato a Brescia dove in questi anni ha conseguito la laurea in giurisprudenza.

Fonte: