www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 28/08/2012  -  stampato il 04/12/2016


Rissa tra detenuti nel carcere di San Remo. Ferito un agente di Polizia Penitenziaria

Una rissa tra circa cinque detenuti e' scoppiata presso il carcere di Valle Armea, a Sanremo.

Nella colluttazione e' rimasto ferito anche un agente della Polizia Penitenziaria, intervenuto per riportare la calma. Ne' da notizia il direttore del carcere Francesco Frontirre'.

Ancora in fase di accertamento il movente della lite. La rissa, che conta solo feriti lievi e' scoppiata mentre i detenuti si stavano apprestando a trascorrere questa mattina l'ora d'aria.

"Non è stata una rissa tra decine di persone, si sono affrontati 5-6 detenuti, tra i quali un solo italiano, un genovese e non escludo che ciò sia avvenuto appositamente per cercare di essere allontanati da Sanremo"Francesco Frontirré, il direttore del carcere, ha commentato la notizia diffusa dalla Uilpa che parlava di una rissa tra 40 detenuti.
 
Il direttore riferisce che proprio il detenuto genovese aveva fatto domanda di trasferimento al carcere di Marassi. Il bilancio è di due feriti lievi: un agente della Polizia Penitenziaria e un detenuto.
 
“E' stata una rissa breve, ma violenta e solo per il pronto intervento degli agenti è stato possibile evitare pericolosissime conseguenze”.

A dichiararlo è Roberto Martinelli, segretario generale aggiunto del Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria (Sappe), che così interviene sulla rissa scoppiata, stamani, in carcere a Sanremo. Secondo il Sappe, i disordini hanno avuto origine al secondo piano della Seconda sezione ordinaria del penitenziario di Valle Armea ed avrebbe visto coinvolti: due italiani e un georgiano da un lato e quattro marocchini dall’altro, affrontatisi con caffettiere, lame delle scatolette e altro.