www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 04/09/2012  -  stampato il 10/12/2016


Carcere di cagliari Uta: operai non pagati in sciopero, a rischio la costruzione del nuovo carcere

“La società 'Opere Pubbliche' non rispetta le scadenze, non paga regolarmente gli operai ai quali impone ferie forzate, lasciando i lavori sospesi per mesi”. E' l'accusa di Socialismo Diritti Riforme che lamenta il mancato richiamo al rispetto delle regole del Ministro delle Infrastrutture per la società.
 
Il cantiere, occupato questa mattina dagli operai di Uta, secondo Maria Grazia Caligaris non avrà un futuro roseo. “C’è poco spazio per sognare un futuro della struttura” commenta la presidente dell’associazione 'Socialismo Diritti Riforme'. “Prende invece sempre più consistenza il pericolo di un’opera incompiuta anche perché appare del tutto infondata l’idea di sostenere con altri consistenti fondi un’opera che doveva essere conclusa almeno da due anni”.
 
La Caligaris lamenta irregolarità anche sui procedimenti dei lavori. “E' ancora aperto il contenzioso con le proprietà dei terreni espropriati, che potrebbe sfociare in un’ulteriore levitazione dei costi. Le costruzioni - continua la Caligaris - continuano a insistere in un’area ancora maleodorante e dove sono ubicati dei vasconi colmi d’acqua per l’irrigazione di alcuni campi limitrofi al muro perimetrale.”     
 
sardegnaoggi.it