www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 11/09/2012  -  stampato il 09/12/2016


Due assistenti della polizia penitenziaria, aggrediti da un detenuto

Le aggressioni in carcere sono all'ordine del giorno, come quella accaduta al carcere di Rossano. Due assistenti poliziotti penitenziari sono stati aggrediti da un detenuto riportando lesioni con prognosi di 7 giorni. (ndr)

"Ieri sera due assistenti della Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Rossano sono stati aggrediti da un detenuto". E' quanto affermano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Damiano Bellucci, segretario nazionale dello stesso sindacato dei baschi azzurri.

"Gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria -spiegano- hanno dovuto fare ricorso alle cure mediche e la prognosi e' per entrambi di sette giorni. Ci riferiscono che a Rossano le condizioni di sicurezza in cui opera il personale sono ormai ridotte al di sotto del minimo consentito, sia a causa delle carenze di risorse, sia per una organizzazione probabilmente carente".

"E' da tanto tempo -conclude il Sappe- che sollecitiamo un'ispezione ministeriale e un cambio dei vertici dell'istituto rossanese, considerato che gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria non si sentono piu' tutelati nel loro quotidiano servizio". 

http://www.liberoquotidiano.it/