www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 11/09/2012  -  stampato il 10/12/2016


Detenuto suicida nel carcere di Udine, aveva problemi psichiatrici

Un suicidio nel carcere di Udine aumenta la lista dei detenuti che hanno compiuto questo gesto. Il detenuto, italiano, aveva dei problemi psichiatrici ed era stato anche ricoverato nel reparto psichiatrico. La situazione delle carceri italiane rimane insostenibile per il numero di detenuti e quello, ridotto, del personale della Polizia Penitenziaria. (ndr)

"Un detenuto quarantenne di origini italiane si e' suicidato questa notte, impiccandosi con una cintura del suo compagno di cella, nel carcere di Udine. L'uomo era arrivato nel capoluogo friulano solo da poche ore, proveniente dal carcere di Padova per sfollamento. Era stato arrestato nella citta' patavina per violenze ai familiari e all'atto dell'arresto era stato ricoverato nel Reparto Psichiatrico, per oltre dieci giorni, considerato i disturbi psichici di cui soffriva".

''Il Presidente Monti aveva annunciato che alla ripresa dei lavori il Governo avrebbe posto in agenda l'emergenza penitenziaria e la questione giustizia. Purtroppo i tagli al personale amministrativo e agli organici della Polizia Penitenziaria e i ridotti stanziamenti economici rappresentano la realta, gli impegni l'utopia. Si rileva, quindi, una contraddizione evidente tra cio' che il Governo dice voler fare e tra cio' che realmente si fa in materia penitenziaria.

http://www.adnkronos.com/