www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 23/09/2012  -  stampato il 03/12/2016


Lele Mora; i proventi del prossimo libro li devolverņ alla Polizia Penitenziaria

Lele Mora riconosce i suoi errori e non si scaglia contro la magistratura, anche se spiega che la bancarotta per cui poi è finito in carcere deriva dalla crisi dopo che la sua agenzia era andata male a causa dello scandalo Vallettopoli, da cui poi Lele Mora era stato riconosciuto penalmente estraneo. “Sembravo l’uomo più cattivo del mondo. La mia azienda iniziò ad andare male dopo quella vicenda in cui fui prosciolto”.
 
Poi lo scopritore di divi e dive annuncia l’uscita del suo prossimo libro. “Uscirà a dicembre  e devolverò i proventi ai miei angeli custodi: la Polizia Penitenziaria”, spiega Mora, che alla fine del 2011 tentò di togliersi la vita dietro le sbarre. “Sono loro che mi hanno salvato la vita nel momento della mia massima depressione”.
 

Lele Mora: ho deciso che mi dedicherò al sociale, qualche errore l'ho fatto

 
ilfattoquotidiano