www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 24/09/2012  -  stampato il 10/12/2016


3 agenti penitenziari feriti da un detenuto marocchino

Le aggressioni in carcere restano una dura realtà. Tre agenti della Polizia Penitenziaria sono stati aggrediti da un detenuto marocchino, imputato per tentato omicidio. I traumi che gli agenti penitenziari hanno riportato sono piuttosto evidenti (ndr)

Tre agenti di Polizia Penitenziaria del carcere di Pagliarelli sono stati feriti da un detenuto di origine marocchina. Imputato per tentato omicidio e lesioni gravi, era appena giunto nella struttura accompagnato da una scorta del Nucleo Traduzioni. Il detenuto si è scagliato contro gli agenti non appena gli sono state tolte le manette. Lo ha reso noto il vice segretario del sindacato di polizia.
Gli agenti sono stati accompagnati con urgenza in ospedale in attesa di cure mediche. Hanno riportato un trauma al braccio, una frattura alla spalla e una ferita alla tempia. Nicotra ha sottolineato la «drammaticità delle carceri e delle condizioni in cui opera il personale di Polizia Penitenziaria». «In Sicilia - ha aggiunto - ci sono circa 800 poliziotti in meno e le tensioni sono in continuo aumento se si pensa che soltanto sei poliziotti hanno portato quattro detenuti e se questo fosse accaduto per strada ci sarebbero stati altri fatti più gravi».

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it