www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 11/11/2012  -  stampato il 03/12/2016


Detenuto incendia la cella e getta olio bollente sugli Agenti

Un detenuto serbo ha dato fuoco alla sua cella e quando gli agenti sono entrati per trarlo in salvo, gli ha scagliato addosso olio bollente. Dall'inizio dell'anno sono 160 gli agenti penitenziari feriti sul lavoro.

Roma, 10 novembre 2012 - Un detenuto 40enne di nazionalità serba questa mattina ha dapprima dato fuoco alla cella del carcere di Vicenza in cui è recluso perché indagato per reati legati al traffico di stupefacenti, e successivamente, quando gli agenti sono entrati per trarlo in salvo, gli ha scagliato addosso olio bollente.

Il bilancio è di tre agenti della Polizia Penitenziaria feriti. Uno ferito lievemente, altri due colpiti dal liquido bollente sono al pronto soccorso per le cure del caso. Un detenuto che si trovava nella cella di fronte è stato colpito da un attacco epilettico anche a causa dei fumi sprigionatisi, che hanno provocato difficoltà respiratorie a tutte le persone che si trovavano in quel momento nella sezione detentiva.

Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e operatori sanitari del 118.