www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 16/11/2012  -  stampato il 10/12/2016


Sparano lacrimogeni sui manifestanti dal ministero della Giustizia. Severino: non sono della Polizia Penitenziaria

"Non sono in dotazione al reparto di Polizia Penitenziaria di via Arenula", con queste parole il Ministro della Giustizia Paola Severino ha commentato il video diffuso da Repubblica.it che ha immortalato come alcuni lacrimogeni siano stati lanciati sui manifestanti del 14 novembre scorso, direttamente dalle stanze e sembrerebbe dal tetto del Ministero della Giustizia di Via Arenula.
 
 
Ieri, in tarda serata, Repubblica ha preso visione di un filmato amatoriale inquietante, che getta dubbi ancora più pesanti sull'organizzazione del controllo del corteo. Un videofonino da un piano alto di via Arenula filma la fuga dei manifestanti dopo le prime cariche della polizia. Bene, mentre a centinaia corrono in via Arenula, senza maschere, caschi né scudi, dal palazzo di fronte - che è la sede del ministero di Grazia e Giustizia - in rapida successione vengono sparati due lacrimogeni. Sulla folla. Subito dopo, un terzo.
 
L'aria si fa pesante, la fuga diventa pericolosa. Ecco, i gas lacrimogeni sono stati sparati - presumibilmente da pistole diverse - dalle stanze sopra quelle del ministro Paola Severino. Com'è possibile? Si sa che all'interno del ministero lavorano alcune guardie penitenziarie. Sono state loro a sparare sulla folla in fuga?
 
«Inquietudine e preoccupazione». ha aggiunto il ministro della Giustizia, Paola Severino, dopo aver visionato il video. Severino ha immediatamente disposto un'indagine interna.
 
LACRIMOGENI NON IN DOTAZIONE - «Dai primi accertamenti,è stato verificato che lacrimogeni a strappo, come quelli che sembrerebbero essere stati lanciati dal ministero durante lo sciopero europeo non sono in dotazione al reparto di Polizia Penitenziaria di via Arenula» ha fatto sapere il ministro della Giustizia assicurando che «le verifiche proseguiranno con il massimo impegno, con il dovuto rigore e con la massima tempestività».
 
INTERROGAZIONE PD - Il Pd ha annunciato un'interrogazione parlamentare sulla vicenda. «Serve chiarezza sul lancio di lacrimogeni avvenuto mercoledì scorso in occasione dello "sciopero europeo" », ha detto tra gli altri i responsabile della Sicurezza Emanuele Fiano. «Abbiamo avanzato una interrogazione al ministro dell'Interno Cancellieri perchè si capisca subito cosa è avvenuto: la verità è nell'interesse dei manifestanti, degli agenti e dell'opinione pubblica. Così Emanuele Fiano presidente forum sicurezza Pd oggi a Mirandola e Modena nell'ambito del Giro dell'Italia sicura».
 
www.repubblica.it - www.corriere.it