www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 18/01/2013  -  stampato il 08/12/2016


Aggrediscono e bloccano Poliziotto Penitenziario per pestare altro detenuto nel carcere di Padova

''A poche settimane dalle violente colluttazioni contro poliziotti nelle carceri di Spoleto, Bologna, Siracusa e Saluzzo, un'altra aggressione a un poliziotto in un carcere italiano. Ieri nel tardo pomeriggio, nella Casa di Reclusione di Padova, due detenuti hanno immobilizzato un agente di Polizia Penitenziaria di servizio per poter picchiare un altro ristretto: il risultato e' stato che il poliziotto e' stato inviato al Pronto soccorso per la sospetta frattura del polso e il detenuto per diverse ferite alla testa''. E' quanto rende noto Donato Capece, segretario generale del Sappe, sindacato autonomo Polizia Penitenziaria.

''Questa ennesima aggressione ci preoccupa. La carenza di personale di Polizia Penitenziaria e di educatori, di psicologi e di Personale medico specializzato, il pesante sovraffollamento delle carceri italiane sono temi che si dibattono da tempo, senza soluzione, e sono concause di questi tragici episodi - denuncia Capece - Spesso, come a Padova, il personale di Polizia Penitenziaria e' stato ed e' lasciato da solo a gestire moltissime situazioni di disagio sociale e di tensione, 24 ore su 24, 365 giorni all'anno''.

"La situazione e' ben oltre il limite della tolleranza. Lo dimostra chiaramente l'inquietante regolarita' con cui avvengono episodi di tensione ed eventi critici, a tutto discapito dell'operativita' e della sicurezza dei Baschi Azzurri'', sottolibea Capece che rivolge poi il suo apprezzamento all'agente ferito, ''che ha impedito che la situazione potesse ulteriormente degenerare''.

Adnkronos