www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 26/01/2013  -  stampato il 06/12/2016


Poliziotto penitenziario assolto da accusa di aver molestato la figlia: il fatto non sussiste

Un agente di Polizia Penitenziaria di 45 anni, di Carovigno (Brindisi), è stato assolto dal tribunale di Brindisi dall’accusa di atti sessuali sulla figlioletta che all’epoca dei fatti, nel 2008, aveva tre anni. L’uomo, in servizio a Taranto, era stato accusato dalla ex moglie di aver abusato della bambina durante gli incontri settimanali pattuiti dopo la separazione.

La denuncia era stata presentata nel dicembre di cinque anni fa e per tutti gli anni trascorsi, durante i quali sono state condotte prima le indagini e poi il processo, con tutte le perizie del caso, gli era stata sospesa la patria potestà.

La sentenza del Tribunale di Brindisi (presidente del collegio Francesco Aliffi) è stata pronunciata nella serata di ieri: il papà, difeso dagli avvocati Aldo e Mario Guagliani, è stato assolto perchè il fatto non sussiste. Il pm, Pierpaolo Montinaro, aveva chiesto la condanna a 5 anni di reclusione.

www.lagazzettadelmezzogiorno.it