www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 02/02/2013  -  stampato il 06/12/2016


Beneduci: inqualificabili gli attacchi di Giovanardi alla sorella di Stefano Cucchi

"Gli inqualificabili e continui riferimenti, quali veri e propri spot elettorali di Carlo Giovanardi ad Ilaria Cucchi e alla drammatica vicenda del fratello Stefano, sono la conferma di un metodo, introdotto in politica nell`ultimo ventennio soprattutto dalla compagine di cui l`ex ministro è parte, in cui lo scontro personale e le accuse hanno preso il posto della dialettica e dei contenuti": lo afferma Leo Beneduci, ex segretario generale dell`Osapp, Organizzazione sindacale autonoma Polizia Penitenziaria, e capolista per il Senato nel Lazio della lista "Rivoluzione Civile" di Antonio Ingroia.

"Eppure - prosegue Beneduci - l`onorevole Giovanardi dovrebbe essere cosciente e fare ammenda per il fatto che la legge che porta il suo nome e di cui, nonostante i 6 anni trascorsi, ci riesce ancora difficile capire il senso e le finalità, costituisce la principale causa del sovraffollamento e della grave promiscuità del sistema penitenziario italiano avendo aperto le porte degli istituti di pena a migliaia di individui che in carcere non ci sarebbero dovuti proprio finire". "Come - prosegue - ammenda dovrebbe fare quel partito, a cui Giovanardi appartiene che nelle prolungate responsabilità di governo degli ultimi anni non ha fatto alcunché per migliorare le condizioni di lavoro della Polizia Penitenziaria e di vita dei detenuti nelle carceri italiane."

TMNEWS