www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 03/02/2013  -  stampato il 04/12/2016


Al Capo DAP aumentano lo stipendio, mentre i poliziotti lavorano nell'inferno delle carceri

"Mentre gli stipendi di noi poliziotti penitenziari 'poveri mortali' sono stati congelati per quattro anni, lo stipendio del nostro capo Giovanni Tamburino e' stato aumentato del 3,1%, retroattivamente dal 2012". Lo afferma, in una nota, il segretario generale del Sappe, Donato Capece, auspicando che il ministro della Giustizia ''chiarisca'' sull'argomento.

"L'aumento -spiega Capece- sembrerebbe conseguente alla recente sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittima la tassazione del 5% degli stipendi dei top manager pubblici. Per questo motivo e' stato adottato il provvedimento che ha aumentato, appunto, del 3,1% lo stipendio del Primo Presidente della Corte di Cassazione al quale, come e' noto, sono agganciati tutti gli stipendi dei piu' alti dirigenti della pubblica amministrazione. In buona sostanza, il 'misero' stipendio del capo dell'amministrazione penitenziaria passa cosi' da 293.000 a 303.000 euro con un aumento netto di 10.000 euro all'anno.

Con buona pace di tutti noi -conclude- che non riusciamo ad arrivare alla fine del mese con i milleduecento-milleottocento euro al mese che ci danno per lavorare nell'inferno delle carceri italiane".

Adnkronos

I nostri stipendi bloccati fino al 2015 e quello del Capo Dap Tamburino aumenta di diecimila euro all'anno!