www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 08/02/2013  -  stampato il 03/12/2016


Rivolta in carcere: centinaia di armi sequestrate ai detenuti venezuelani

Centinaia di armi a disposizione dei detenuti dove è scoppiata la sanguinosa rivolta nel carcere nel gennaio scorso in Venezuela.

Le autorità del Venezuela hanno scoperto centinaia di armi da fuoco, inclusi fucili e mitra, nel carcere Uribana nella città di Barquisimeto nel nord-est del Paese, dove lo scorso gennaio nel corso della rivolta dei detenuti sono state uccise 58 persone, comunicano giovedì i mass media locali.

La ministra per gli affari delle carceri del Paese Iris Varela ha dichiarato che la rivolta è iniziata dopo che i gruppi dei detenuti armati hanno iniziato a sparare contro i soldati della guardia nazionale, giunti il carcere per il controllo. A causa della rivolta in carcere più sanguinosa nella storia del Paese sono stati uccisi detenuti, due preti protestanti e un militare.

Rivolta Venezuela: massacro iniziato con perquisizione straordinaria, ma detenuti avvertiti dalla stampa

italian.ruvr.ru