www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 11/02/2013  -  stampato il 06/12/2016


Droga nel carcere di Varese: Polizia Penitenziaria scopre stupefacenti durante colloquio

Nel corso di un servizio di prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti in ambito penitenziario, condotto dal Reparto di Polizia Penitenziaria di Varese con l’ausilio delle Unità Cinofili del Nucleo Regionale di Milano, sono stati rinvenuti alcuni grami di marjuana e hascisc e farmaci (suboxone), su un soggetto, B.M. di 24 anni, che accedeva in Istituto per effettuare colloquio con un detenuto.

Le indagini immediatamente avviate dal Nucleo di P.G. in sede, condotte dal Vice Comandante del Reparto, Ispettore Capo Rosario ARCIDIACONO, coordinate dalla locale Autorità Giudiziaria, hanno permesso di estendere i controlli all’abitazione del soggetto.

Le attività di contrasto al traffico di stupefacenti erano state intensificate, in ambito penitenziario, a seguito di precedenti “segnalazioni” delle Unità Cinofile che periodicamente supportano il Reparto di Polizia Penitenziaria per questa particolare attività. Grazie alla tenacia del Personale, che per alcuni mesi ha monitorato riservatamente i movimenti interni di alcuni detenuti, si è potuto stroncare un probabile traffico interno di stupefacenti.

Sappeinforma